PRENOTA ONLINE

Monumenti, località e mete da vedere tra Marsala e Trapani

La Sicilia occidentale offre tante cose da vedere e da scoprire: non solo le spiagge ma anche monumenti importanti e suggestivi. In particolare, facendo base presso il nostro agriturismo, è possibile raggiungere in breve tempo le città di Trapani e Marsala (distanti rispettivamente 30 e 10 minuti), i siti archeologici di Mozia e Segesta (distanti rispettivamente 15 e 25 minuti), le riserve dello Stagnone e delle Saline di Trapani e Paceco, con il Museo del Sale e il mulino delle Saline Ettore e Infersa (distanti rispettivamente 15 e 20 minuti), il centro storico di Erice vetta (raggiungibile in circa 30 minuti), le isole Egadi, raggiungibili dai porti di Trapani o Marsala. Utilizza il menù di destra per selezionare l’area che ti interessa e conoscere i principali punti di interesse.

Selinunte parco archeologico | Parchi e siti archeologici

Selinunte

Selinunte era una antica città greca. Tutto il terreno interessato forma oggi un parco archeologico della dimensione di circa 40 ettari.

L'antica città di Selinus fu la colonia greca più occidentale: fondata nel 650 a.C., deriva il suo nome da Selinon, in greco prezzemolo, pianta che i primi coloni trovarono in abbondanza sul territorio. Sorgeva su un altopiano delimitato a sud dal mare, ad est dal fiume Gorgocottone, ad ovest dal fiume Codione e a nord dalla collina Manuzza. A causa della sua politica espansionistica entrò in conflitto con la vicina città di Segesta, che, chiamando i cartaginesi in sua difesa, provocò la distruzione della sua rivale nel 409 a.C. Il siracusano Ermocrate la ricostruì nel 407 a.C. ma alla sua morte, avvenuta nel 406 a.C., la città tornò in mano ai cartaginesi. La città resta sotto il dominio cartaginese, con brevi parentesi di dominio siracusano, fino al 250 a.C., anno in cui i cartaginesi la rasero al suolo pur di non cederla ai romani. A causa delle devastazioni e dei saccheggi i templi vennero depredati e i terremoti succedutisi nel corso dei secoli compromisero ancora di più i resti della città. Fu Tommaso Fazello, storico domenicano, a riscoprirla. Il parco archeologico di Selinunte è oggi il più grande d'Europa: racchiude otto templi, cinque dei quali si trovano nell'acropoli, sita nel lato sud a strapiombo sul mare. Nella parte nord, corrispondente alla fertile collina di Manuzza, si sviluppò la città vera e propria mentre la collina orientale conserva i restanti tre templi, uno dei quali è dedicato a Zeus. A ponente rispetto all'acropoli si trova il santuario della Malophoros, divinità femminile, dove vennero ritrovati alcuni reperti storici come vasi corinzi e figure di terra cotta. Sono ancora individuabili le aree limitrofe alla città che furono adibite a necropoli.

Castelventrano centro storico | Centri storici

Castelvetrano

Il centro storico, il pane nero e il parco archeologico più grande Mediterraneo

Castelvetrano ha un interessante centro storico in cui è piacevole passeggiare tra pregevoli chiese, palazzi nobiliari (tra cui palazzo Pignatelli) e il sistema delle piazze. Merita una visita il Museo Civico che ospita la preziosa statua bronzea dell'Efebo di Selinunte, importante colonia greca, poco distante, sede di incontro e scontro tra Greci e Fenici. Qui, le vestigia dell'antichità (templi, acropoli e santuari) si fondono con il paesaggio circostante nello scenario unico del più grande parco archeologico del Mediterraneo. Castelvetrano è anche una tappa enogastronomica imperdibile: vi si producono un caratteristico “pane nero” e rigogliosi crescono gli olivi della Nocellara del Belice, particolare varietà succosa e poco acida. Non vanno dimenticate infine altre tre perle assai prossime: la sabbiosa Riserva Naturale Orientata Foce del Belice e Dune limitrofe , la deliziosa chiesetta normanna della Trinità di Delia e il complesso archeologico e naturalistico del Castello della pietra.

AREE DI INTERESSE

Se sei interessato ad un area in particolare, seleziona una delle località indicate a seguire

divisore grafico

Gallery

Scorri le immagini del wine resort Donna Franca, dei dintorni tra Trapani e Marsala e dei nostri servizi

Tra Trapani e Marsala, con vista su Erice e sul mare

La mappa indica la nostra posizione esatta, su un altopiano a metà strada tra Trapani e Marsala, con vista su Erice e sul mare

© Copyright 2016 – Agriturismo Donna Franca – Azienda Agricola Ansaldi – Contrada Florio 1, 91025 Marsala (Trapani)
P.IVA: 01921340814 – Baglio Donnafranca Soc. Agri.di Galfano Paola Letizia & C. Sas - TEL: +39 0923 967240; +39 324 0707456 - MAIL: info@donnafranca.it